venerdì 13 novembre 2015

Review | The rose society

Hey guys ❤️

Eccomi qui con la recensione che vi avevo promesso qualche giorno fa. Sto cercando di essere abbastanza rapida nello scriverle e, soprattutto, di farlo non molto tempo dopo aver completato la lettura, preferibilmente subito dopo. Ho le idee chiare, non faccio casini ma, cosa più importante, non mi dimentico quali libri ho recensito e quali no xD.
So di essere molto prolissa quando recensisco ma... è più forte di me, non riesco a trattenermi! Mi sa che mi dovrete tenere così ;).

The Rose Society è il secondo libro nella trilogia fantasy iniziata con The Young Elites. Questa volta Marie Lu ci porta in un mondo fantasy in cui una tremenda malattia ha ucciso quasi tutta la popolazione, lasciando i sopravvissuti, in prevalenza bambini e ragazzi, con degli orribili segni sul corpo. Alcuni di questi si sono anche ritrovati con un potere soprannaturale, questo li distingue dagli altri. Chi possiede dei poteri viene definito Elite. La protagonista è Adelina, rimasta vittima della febbre la sua condanna consiste nella mancanza di un occhio, asportatole, e i capelli diventati completamente bianchi. Scoprirà di avere dei poteri, con cui è in grado di controllare le ombre, deciderà quindi di cercare i leggendari Young Elites e di unirsi a loro. Ma i poteri di Adelina sono molto più potenti e oscuri di quanto si immagina.

Come The Young Elites, anche The Rose Society è narrato da vari punti di vista, anche se non sono così numerosi come nel precedente romanzo. Si tende comunque a privilegiare il punto di vista di Adelina, non solo perché è la protagonista ma anche perché i suoi pensieri sono... come dire, più oscuri e misteriosi di quegli degli altri.
Adelina non mi aveva per niente impressionata come personaggio, così come non mi aveva del tutto convinto il primo libro della serie. Non ero nemmeno sicura di continuarla all'epoca, ma adoro lo stile di Marie Lu ed il finale mi aveva incuriosita quel tanto che bastava. Non pensavo assolutamente che il seguito sarebbe stato così eccitante.

Marie Lu è un'autrice fantastica, le sue trame sono intricatissime e i mondi che crea non sono mai banali. In questo romanzo ci viene mostrata un'altra faccia di questo mondo, più oscuro e decisamente più interessante. Questa è una delle cose che ho preferito di più in questo libro, come tutto quanto si sia evoluto per venire incontro alle "esigenze" di avere una protagonista che è, in un certo qual senso, il villan della storia.
L'evoluzione del personaggio di Adelina mi ha sorpresa ed intrigata. Non ero una sua grande fan, mai lo sarò intendiamoci, ma c'è stato un notevole miglioramento! La sua psicologia è molto complessa, senza esagerare credo che sia il personaggio più problematico che mi sia mai capitato di leggere. Non è facile capire a cosa sta pensando, i suoi pensieri sono intricati e complessi e le sue azioni sono per lo più malvage in un certo senso, anche se lei è fermamente convinta di star facendo tutto a fin di bene.

In questo romanzo ci vengono introdotti anche dei nuovi personaggi, tutti considerati nella categoria Elite. Quello che mi è piaciuto di più è stato Magiano, soprattutto per la sua simpatia. E' stato come un faro di luce nei pensieri torbidi e oscuri di Adelina, mi rallegrava tantissimo saperlo immerso nelle vicende della protagonista. Vederlo suonare il suo flauto, immaginare i suoi modi di fare un po' eccentrici mi strappava sempre una risata :). Anche Sergio mi è piaciuto, anche se purtroppo non è molto presente quindi non ho potuto farmi un'idea precisa di lui.
Il personaggio che aspettavo con più trepidazione, Maeve, non mi ha convinta. La immaginavo diversa, forse questa mia sensazione è dovuta al fatto che non ha avuto molto spazio nella storia, però mi aspettavo molto di più dal suo personaggio. Pensavo che fosse una tipa tosta, invece non è niente di che.

Sono molto curiosa di scoprire come si concluderà questa storia. Una cosa è certa, e credo l'abbiamo capito tutti, non ci sarà nessun lieto fine. Marie Lu sii più sadica possibile!

The Young Elites
The Young Elites (The young elites #1)
The Rose Society (The young elites #2)
Untitled (The young elites #3)
 
Okay guys, questo è quanto :). Mi sono mantenuta più leggera possibile su questo libro, ma davvero ragazzi l'ho adorato. So già che l'ultimo sarà tristissimo ma anche stupendo, dai su è Marie Lu quando mai ha toppato la sua immaginazione? *-*
Spero che le CE italiane ci facciano un pensierino, sarebbe un vero peccato perdersela per strada ;). 

See you later,

Giulia ❤️

Nessun commento:

Posta un commento