martedì 24 novembre 2015

Teaser Tuesday #2

Ehy guys ❤️

Oggi vi voglio proporre un estratto di Soundless, il nuovo romanzo fantasy autoconclusivo di Richelle Mead, l'autrice di due serie famose nel panorama Young adult: Vampire Academy e Bloodlines. Vi conviene familiarizzare con questo nome, visto il mio amore per quest'autrice non stupitevi se dovessi riproporvela diverse volte ;).
By the way, Soundless è ambientato in Cina, in un villaggio remoto i cui abitanti parlano tramite la lingua dei gesti in quanto sordi. Purtroppo si sta sviluppando una condizione che rende alcuni di loro anche cechi, quindi incapaci di provvedere a loro stessi e al sostentamento del villaggio finiscono per essere abbandonati nelle strade come mendicanti. A quanto ho capito, la protagonista scoprirà di poter sentire e in questo modo potrà aiutare in qualche modo il suo villaggio. Purtroppo non ho letto molto in questi giorni, quindi so davvero poco su questo libro, ma quello che ho letto fin'ora mi è piaciuto davvero molto! :).

My sister is in trouble, and I have only minutes to help her.
She doesn't see it. She's having difficulty seeing a lot of things lately, and that's the problem.
Your brushstrokes are off, I sign to her. The lines are crooked, and you've misjudged some of the hues.
Zhang Jing steps back from her canvas. Surprise lights her features for only a moment before despair sets in. This isn't the first time these mistakes have happened. A nagging instinct tells me it won't be the last. I make a small gesture, urging her to hand me her brush and paints. Se hesitates and glances around the workroom to make sure none of our peers is watching. They're all deeply engrossed in their own canvases, spurred on by the knowledge that our masters will arrive at any moment to evaluate our work. Their sense of urgency is nearly palpable. I beckon again, more insistently this time, and Zhang Jing yields her tools, stepping away to let me work.



Mia sorella è nei guai, e ho solo pochi minuti per aiutarla.
Non li vede. Sta avendo difficoltà a vedere un sacco di cose ultimamente, questo è il problema.
Le tue pennellate sono spente, le faccio segno. Le linee sono storte e hai giudicato male alcune tonalità.
Zhang Jing si allontana dalla tela. La sorpresa le illumina i tratti solo per un momento, prima che venga cancellata dalla disperazione. Non è la prima volta che commette questi errori. Un istinto fastidioso mi dice che non sarà nemmeno l'ultima. Faccio un piccolo gesto, esortandola a darmi il suo pennello e le sue pitture. Esita e si guarda intorno alla stanza per essere certa che nessuno dei nostri coetanei ci stia guardando. Sono tutti molto concentrati sulle loro tele, spinti dal fatto che i nostri maestri arriveranno da un momento all'altro per valutare i nostri lavori. Il loro senso di urgenza è quasi palpabile. Ci provo di nuovo, con più insistenza, e Zhang Jing mi passa i suoi strumenti, allontanandosi per lasciarmi lavorare.

Bene ragazzi, questo è tutto per questa settimana :).
Fatemi sapere cosa ne pensate, se volete lasciare un piccolo teaser del libro che state leggendo sentitevi liberi di farlo qui sotto ;).

See you later,

Giulia ❤️

Nessun commento:

Posta un commento