giovedì 22 settembre 2016

Leggere Italiano Blog Tour | Recensione Albion e Albion: Ombre + Giveaway

Buongiorno bookovers, bentornati su I wanna be a Fangirl ❤️

Eccomi a presentarvi il secondo post che ho preparato per il blog tour Leggere Italiano. Oggi parliamo di due libri, quindi una doppia recensione (per un doppio divertimento ;D). Vi presenterò in breve le mie impressioni sui due libri principali che compongono il primo ciclo ovvero Albion e Albion: Ombre di Bianca Marconero.
Rimate fino alla fine per scoprire come fare per partecipare al Giveaway ;).


TRAMA: Cresciuto senza madre, e dopo aver perduto il fratello maggiore – morto in circostanze misteriose –, nel giorno del funerale dell’amatissimo nonno, Marco Cinquedraghi riceve la notizia che gli cambierà la vita: deve lasciare Roma e partire per la Svizzera. È infatti giunto il momento di iscriversi all’Albion College, la scuola in cui, da sempre, si diplomano i membri della sua famiglia.Ma il blasonato collegio riserva molte sorprese. Tra duelli di spade e lezioni di filologia romanza, mistici poteri che riaffiorano e verità sepolte dal tempo che riemergono, Marco scoprirà il valore dell’amicizia e capirà che l’amore, quello vero, non si ottiene senza sacrificio.
Nelle trame ordite dal più grande dei maghi e nell’eco di un amore indimenticabile si ridestano legami immortali, scritti nel sangue. Fino all’epilogo, tra le mura di un’antica abbazia, dove Marco conoscerà la strada che le stelle hanno in serbo per lui.
Il destino di un re il cui nome è leggenda.


Lo confesso, il momento in cui ho capito che sarebbe stato la cosa più simile ad una rivisitazione del ciclo arturiano, l'idea non mi ha fatto impazzire. Non dico che l'idea non fosse brillante, anzi è geniale perché offre moltissimi spunti di riflessione e di approfondimento per una materia che non viene trattata mai a pieno raggio, ma ero stufa dei cavalieri. Il mio primo corso all'università è stato Letteratura Italiana, che di solito consiste in un tomone pieno di autori già trattati da preparare e pace all'anima nostra. Il mio professore, un uomo dolce come pochi, ha deciso che lui avrebbe trattato un argomento, approfondendolo e quello sarebbe stato il suo programma. Indovinate cosa ho fatto quindi per 72 ore nel primo semestre? Letteratura cavalleresca. Vi assicuro, non ho mai avuto un grande amore per l'Ariosto nazionale, dopo questo corso non ho più avuto amore manco per i cavalieri con spade e lance. Per cui capite che sono rimasta leggermente spiazzata, un po' perché non avevo mai sentito niente del genere e un po' perché sembrava che Artù, Carlo Magno, Orlando, Morgante e tutto il resto della ciurma volessero inseguirmi fin nella tomba. 

Dopo lo sbigottimento iniziale, mi sono ritrovata in una storia che mi ha ricordato vagamente quel periodo dell'infanzia in cui ero fissata con qualunque libro ambientato nei collegi, campus, college. E' stato un po' come tornare indietro nel tempo, ad un periodo della mia vita in cui se la storia non era a tema scolastico e il protagonista non partiva da casa per frequentarla non volevo saperne. Il protagonista della nostra storia è Marco Cinquedraghi che, a partire da quell'anno scolastico, entrerà a far parte dell'Albion, un college esclusivo in cui si sono diplomati tutti i membri della sua famiglia. Non voglio rivelarvi troppo della trama, quindi direi di partire subito con i personaggi. 

Marco non è il tipico protagonista che amate appena apre bocca. Ci sono dei momenti in cui vorreste abbracciarlo, confortarlo in qualche modo, altri in cui vorreste farlo tacere prima che dica qualche cavolata, altri ancora in cui l'unica cosa sensata che vorreste fare è semplicemente sbattergli la testa contro il muro per vedere se riuscite a metterci dentro un po' di senno. Sicuramente è un personaggio complesso, reso tale dalle sue dinamiche familiari. Definire suo padre un orco non rende l'idea. E' ovvio che abbia delle difficoltà ad aprirsi per i suoi trascorsi, per l'ambiente in cui è cresciuto. Inizialmente si comporta come uno snob, sembra che tutto gli sia dovuto e che tutti siano al suo servizio, ma fortunatamente durante il corso di questi due romanzi, matura notevolmente diventando più maturo e cosciente delle proprie azioni. Non sarà mai una cima intendiamoci, ma almeno capisce ed impara dai suoi errori che, considerando come lo avevamo conosciuto all'inizio del romanzo, è già qualcosa. 

Il suo gruppo di amici è la cosa migliore che possa esserci. Deacon e Reek sono fantastici, starei a leggere di loro per ore *.*. Helena... diciamo che non mi sta particolarmente simpatica xD. Ho una predisposizione per un'altro personaggio femminile, Morgana che appare nel secondo romanzo, e quindi... xD. Lance dall'altro lato mi piace molto. Sempre molto pacato, gentile, disponibile, a volte fin troppo pacato e gentile. Mi piace come valuta l'amicizia, il fatto che riesca a tener fede ai suoi principi e ai suoi ideali. Anche se ci sono state delle volte in cui avrei voluto vederlo più sciolto, più adolescente. Non so, Lance mi dà l'impressione di essere già un adulto. Sono sicuramente i suoi modi sempre pacati e composti, mi piacerebbe vederlo perdere la calma ogni tanto anche se so che non succederà mai ;).
Se Lance è il mio personaggio maschile preferito, Morgana è il mio personaggio femminile preferito. Sono totalmente agli antipodi, ma adoro entrambi che volete che vi dica ;). Morgana è una personalità forte, di quelle che o ami o odi. Non ci sono vie di mezzo, personalmente ha tutto quello che adoro in un personaggio femminile: determinazione, grinta, forza. Capisco perché può non piacere, a volte i suoi comportamenti sono troppo sfrontati, il suo essere forte può essere indice di scontro con il resto della combriccola, ma nonostante questo la adoro. Ha lottato, ha amato, ha sofferto, è un personaggio completo e spero vivamente di rivederla anche nel resto della serie, non sarebbe lo stesso senza di lei :).

Albion (Albion #1) | 3.5 zampe
Albion: Ombre (Albion #2) | 4 zampe


GIVEAWAY

In conclusione al post di oggi (so di non essere una persona particolarmente succinta con le recensioni), vi presento il Giveaway che si accoppia alle tappe dedicate ad Albion. 
Bianca Marconero ha gentilmente messo a disposizione un Albion Pack che consiste nelle edizioni cartacee di tutti i libri che compongono il primo ciclo. Per tutti intendiamo proprio tutti, anche le novelle ;). Le regole per poter partecipare sono:
  • Inserire il nome con cui seguite tutti i blog che parlano del libro. In questo caso dovrete essere follower del mio blog e di quello delle ragazze di Bookish Brains ;)
  • Inserire il nome con cui seguite la pagina Facebook o il sito dell'autore
  • Commentare tutti i post relativi ad Albion inserendo, di nuovo, il nome con cui lo avete fatto. Vi ricordo che per restare aggiornati su tutti i i blog che partecipano, abbiamo creato un evento su Facebook. 
  • Inserire un indirizzo email. Come sempre mi permetto di aggiungere valido, mi raccomando è importante perché è in questo modo che verrete contattati e se non riusciamo a contattarvi come potrete ottenere il premio? ;)
Ci sono poi delle parti opzionali che vi faranno guadagnare dei punti extra in sede di estrazione. Non sono assolutamente obbligatorie, potete decidere se compilarle o meno. Questi si compongono di tre punti, ovvero: 
  • Lasciare il nome con cui seguite tutti i blog che partecipano a Leggere Italiano Blog Tour (+10 punti). Trovate tutti i link nel post di presentazione ;).
  • Commentare qualsiasi altro post del blog tour lasciando il link (+1 punti)
  • Condividere il post su un social a scelta, lasciando il link di condivisione (+2 punti)
Tutti chiaro? Se avete dei dubbi scrivete pure nei commenti, non abbiate assolutamente paura di chiedere ;). L'estrazione avverrà il 9 Ottobre, in bocca al lupo! 🐺

4 commenti:

  1. Devono essere libri molto interessanti! Grazie per l'opportunità :)

    RispondiElimina
  2. Ciao! Ho letto ancora l'anno scorso Albion e mi era piaciuto tantissimo. Una storia originale e ben scritta. Mi mancano gli altri libri e partecipo volentieri!

    RispondiElimina
  3. Avevo già letto Albion un po' di tempo fa e mi era piaciuto molto, la cosa che incuriosiva di più era proprio il fatto che fosse una specie di retelling di Re Artù e dei suoi cavalieri e diciamo che nel primo volume questo aspetto non viene approfondito più di tanto però l'ho apprezzato lo stesso perché in questo modo l'autrice ha potuto concentrarsi di più sui personaggi. Per quanto riguarda questi ultimi Marco, come hai sottolineato anche tu, non è proprio un "personaggio modello" - e mi fa piacere che a mano a mano migliori - però gli altri personaggi sono riusciti a compensare! Mi ero ripromessa di leggere il secondo volume quest'estate però purtroppo non ci sono riuscita quindi partecipo mooolto volentieri al Giveaway!
    (E non vedo l'ora di leggere gli altri post dedicati ad Albion *-*)


    RispondiElimina
  4. Questi libri mi incuriosiscono tantissimo, e ne ho sentito opinioni molto entusiastiche. Non mi lascio scappare questa opportunità e partecipo al giveaway.

    RispondiElimina