martedì 4 ottobre 2016

Teaser Tuesday #4

Buongiorno booklovers, bentornati su I wanna be a Fangirl ❤️

Ogni tanto anch'io tiro fuori i ragni e le ragnatele dal blog e riprendo rubriche che erano state completamente sotterrate. Ho controllato, è da dicembre che non pubblico qualcosa in questa rubrica O.O. Okay, dopo sono stata sempre meno attiva, però è un sacco di tempo! 
Voglio provare a riprenderla, magari intervallandola con la Top Ten Tuesday, così se ci sono dei topic che non mi ispirano particolarmente posso cambiare e utilizzare questa ;). Inoltre un po' di varietà e cambiamenti fanno bene ;).
Per il Teaser di oggi ho pensato a Furthermore di Tahereh Mafi ;).


Once upon a time, a girl was born.
It was rather uneventful.
Her parents were happy enough, the mother glad to be done carrying it, and the father glad to be done with the mystery of it all. But then one day they realized that their baby, the one they'd named Alice, had no pigment at all. Her hair and skin were white as milk; her heart and soul as soft as silk. Her eyes alone had been spared a spot of honey. It was the kind of child her world would not appreciate.
Ferenwood had been built on color. Bursts of it, swaths of it, depths and breadths of it. It's people were known to be the brightest - modeled after the planets, they'd said - and young Alice was deemed simply too dim, even though she knew she was not. 
Once upon a time, a girl was forgot.

C'era una volta, una bambina appena nata.
Non era un evento.
I suoi genitori erano felici, la madre contenta di aver finito di portarlo, e il padre contento di aver finito con tutto il mistero. Ma un giorno capirono che la loro bambina, che avevano chiamato Alice, non aveva nessun pigmento. I suoi capelli e la sua pelle erano bianchi come il latte; il suo cuore e la sua anima soffici come seta. Solo i suoi occhi erano stati risparmiati con un color del miele. Era il tipo di bambino che il loro mondo non avrebbe accettato.
Firewood era stata creata dal colore. Esplosioni, distese, profondità di colore. La sua gente era conosciuta per essere la più colorata - modellata simile ai pianeti, dicevano - e la giovane Alice era semplicemente troppo fioca, anche se lei sapeva che non lo era.
C'era una volta, una bambina che era stata dimenticata.

2 commenti: